Meteo
Mag
19

Umbria - Ultime notizie sul calendario umbro

19 Maggio 2009 (18:44) in Dalle Regioni | Stampa Stampa

In attesa della convocazione della Consulta Faunistico-Venatoria, prevista per venerdì 22 maggio p.v. ed avente come unico argomento all’ordine del giorno la stesura del calendario per la prossima stagione, l’Assessore Prov.le Buconi ha riunito in data 18 maggio le Associazioni Venatorie, con l’intento di creare i presupposti per una proposta unitaria e condivisa da sottoporre all’Assessorato Regionale alla Caccia.
Dopo ampio dibattito, nel corso del quale la Libera Caccia ha ribadito le sue proposte di apertura nei giorni 6 e 13 settembre, da appostamento e in forma vagante a TORTORA - QUAGLIA - MERLO - COLOMBACCIO - FAGIANO - LEPRE - MINILEPRE - CONIGLIO SELVATICO - PERNICE ROSSA - STARNA - ALZAVOLA - GERMANO REALE - MARZAIOLA - CORNACCHIA GRIGIA - GAZZA - GHIANDAIA e VOLPE, le Associazioni Enalcaccia e Anuu hanno ravvisato l’esigenza di un ritorno alla sperimentata formula dell’apertura alla prima e alla seconda domenica di settembre a stanziale e migratoria, Federcaccia si è dichiarata favorevole ad una apertura unica, senza indicare però date precise e specie e riservandosi di farlo in sede di Consulta, Arcicaccia infine non ha chiarito definitivamente le sue linee ed i suoi programmi.
Sul delicato argomento "Cinghiale" sono molteplici le proposte, tese comunque a far coincidere l’inizio del prelievo, pur se in forma di contenimento della specie, con l’inizio della stagione venatoria, mentre sui periodi ufficiali di caccia da calendario non è stato ancora sciolto il nodo ottobre-dicembre o novembre-gennaio.
Il Presidente Prov.le Tacconi ha espresso soddisfazione per l’appoggio che Enalcaccia e Anuu hanno manifestato nei confronti della proposta di apertura formulata da Libera Caccia.

Ufficio stampa ANLC Umbria

Mag
14

Una candidatura che ci mancava!

14 Maggio 2009 (20:33) in Ufficio Stampa | Stampa Stampa

Riceviamo da un visitatore e volentieri pubblichiamo:

Un uomo della LAC candidato alle Europee nelle liste di Antonio Di Pietro

La notizia, fresca fresca è che un simpaticissimo rappresentate della Lac (Lega Anticaccia!!!!) si è candidato al Parlamento Europeo nella lista dell’Italia dei Valori del buon “cacciatore” Di Pietro.
Questa è la dimostrazione (per quei pochi che ancora non lo avessero capito) che pur di prendere una manciata di voti i politici non guardano in faccia nessuno e vanno a pescare anche dove nessuno potrebbe mai immaginarlo.
E dimostra che i Valori del “cacciatore” Di Pietro sono diversi da quelli di noi comuni cacciatori mortali. A lui che gliene frega se chiudono la caccia in Italia: con tutti i soldi che ha, se ne va in giro per il mondo quando più gli piace. E che gliene frega se mettono il divieto di introdurre le armi nei terreni privati: lui se ne va già a caccia nelle riserve più private ed esclusive. Anzi, per anni, in tanti hanno fatto a spinte per invitarlo a caccia e lui non aveva che l’imbarazzo della scelta!
Votate gente, ma votate con gli occhi aperti e per i Vostri valori (quelli autentici e veri della povera gente) e non per i “Valori” di Tonino!!!
E ricordate quella iniziativa di Big Hunter che è stata ripubblicata anche sul sito della Libera Caccia: prima di dare un voto, fatevi firmare un impegno dal candidato che ve lo chiede!!!!
 

Mag
7

D’Aniello non perde le buone abitudini

7 Maggio 2009 (20:51) in Ufficio Stampa | Stampa Stampa

Francesco D’Aniello non ha perso l’abitudine a salire sul podio. Questa volta ha fatto suo il gradino più alto e si è aggiudicato, sul difficile campo de Il Cairo, la 1ª Prova di Coppa del Mondo.

Testo completo

 

Mag
7

Basilicata - Torneo di tiro a palla – Anzi (Pz)

7 Maggio 2009 (18:01) in Dalle Regioni | Stampa Stampa

Per il terzo anno consecutivo la sezione Libera Caccia di Anzi, ha organizzato il torneo di tiro a palla su sagoma scorrevole di cinghiale.
Anche quest’anno, con la puntuale organizzazione di tutto il circolo, la manifestazione ha fatto registrare un’altissima presenza di cacciatori provenienti da diversi comuni della Basilicata, in particolare dalla zona limitrofa al capoluogo di Regione.
Un plauso particolare, per l’intera organizzazione và rivolta al Presidente della sezione di Anzi Mario RAIMONDI ed ai sui più stretti collaboratori: Mario Robilotta, Roberto Buchicchio, Antonello Romano, Francesco Cilibrizzi, Domenico Marino, Rocco Marino, Giorgio Daniele, Mario Sarli, Raffaele Giorgio, Carmine Romano e Rocco Pecoraro.
“Un sentito ringraziamento è stato rivolto agli amici della sezione di Anzi, dal Presidente Provinciale di Potenza Rocco MOTTA, presente alla gara, per la consueta e indiscutibile ospitalità e cordialità riservatagli sia in occasione del torneo che dell’assemblea di circolo svoltasi nel febbraio scorso”.

IL PRESIDENTE PROVINCIALE
Rocco MOTTA

       

Apr
30

Al di sopra di tutto e di tutti

30 Aprile 2009 (11:47) in Ufficio Stampa | Stampa Stampa

I Sindaci di Castelbuono, Castellana Sicula, Petraia e Soprana non capiscono niente e gli Amministratori dell’Ente Parco delle Madonie capiscono ancora meno e sono sicuramente al servizio della “potente lobby dei cacciatori”.

Testo completo

Apr
21

Falsità sulla caccia senza possibilità di replica

21 Aprile 2009 (16:15) in ANLC Informa | Stampa Stampa

Riceviamo dal CNCN e volentieri pubblichiamo.

Continua la canea di famosi rappresentanti della “cacciafobia” che, al contrario di tante altre temute e (giustamente) avversate fobie, sembra raccogliere simpatie e simpatizzanti, soprattutto nella cultura benpensante.
Peccato che, come al solito, lo straordinario sforzo di alcuni autorevoli organi di stampa sia basato soprattutto sulla disinformazione, sul pressappochismo, sulle menzogne più grossolane, su una prosa sguaiata, indegna di qualunque causa e anche sulle offese del tutto gratuite come l’appellativo di “bombaroli”.

Una disinformazione grezza che risulta evidente solo a chi mastica qualcosa di ambiente, di fauna selvatica e di legislazione venatoria, ma che riesce perfettamente a suscitare riprovazione, sdegno e allarme, non solo nella pubblica opinione ma anche nella classe politica. Uno scopo davvero ignobile, raggiunto grazie alla spudorata faziosità con cui si evita accuratamente di “ospitare” il parere di chi non la pensa come “La Repubblica”.

In base a questo discutibile criterio, alla ben nota produzione di Antonio Cianciullo, si abbina l’intervento “asettico” di Roberto Della Seta, uno dei tanti ecologisti di professione che, grazie al loro impegno, sono riusciti a varcare i portoni dei palazzi del potere, e la caustica prosa di Francesco Merlo che si augura che i cacciatori caccino dal Parlamento i sentori bum bum.

Intanto, in attesa che si realizzi questo suo desiderio, informiamo Merlo che i cacciatori italiani, cittadini di serie A e non di serie C, hanno già provveduto a cacciare dal parlamento gli integralisti dell’allarmismo più fanatico e intollerante. Per il resto vedremo.

L’UFFICIO STAMPA (CNCN)

Utenti online
» Articoli: 2,261 - Pagine: 180 - Commenti: 5,088 - Commentatori: 972 «
♠ © 2013 A.N.L.C.   Tema ANLC® (4.0) di Kiele™ ♥