Meteo

Marche - Comunicato del Presidente

28 Ottobre 2018 (10:37) in Dalle Regioni | Stampa Stampa

Tutti i portatori di interesse conoscono ormai l’ordinanza del Consiglio di Stato di pochissimi giorni fa con la quale detto Organismo di Giustizia Amministrativa ha sospeso la caccia nei siti di Rete Natura 2000 (SIC e ZPS) della Regione Marche inibendo quindi l’attività venatoria in quasi il 15% del territorio agro-silvo-pastorale della nostra Regione. Il motivo del contendere, eccepito dal Consiglio di Stato, è la presunta mancanza di una puntuale pianificazione faunistico/venatoria regionale, pianificazione che dovrebbe essere la base di ogni calendario venatorio. La Regione Marche ribadisce che è sì vero che il piano faunistico venatorio è scaduto ma è altrettanto vero che l’art.3 della legge regionale delle Marche vigente in materia di caccia stabilisce che: fino all’entrata in vigore dei nuovi piani faunistici resta efficace la pianificazione esistente. Se corretta o meno tale interpretazione lo sancirà il Tribunale Amministrativo Regionale nella prossima udienza di merito.

Testo completo

1 commento

  • Il 29.10.2018 13:17, ALBERTO NOBILI ha scritto:

    Egregio Presidente, sono un cacciatore ma forse sarebbe meglio dire sono uno che ha pagato tutti i vari balzelli per poter esercitare l’ attività venatoria in base al calendario della Regione Marche. Ora, in corso d’opera ed a seguito di colpe attribuibili alla Regione che non ha rinnovato (come dite voi), il piano faunistico regionale, mi trovo (come altri colleghi), ha subire un consistente taglio del 15% del territorio agro-silvo -pastorale della mia Regione. Il bello è (per non dire il ridicolo), che vengono diramati comunicati e piantine dove usando lenti di ingrandimento a malapena si riesce ad individuare quei territori dove non è più consentito esercitare l’ attività venatoria. Magari (in seguito visto che il fucile sta diventando sempre meno indispensabile), ci verrà consigliato per non incorrere in sanzioni, verbali, processi e quant’altro, di uscire con il navigatore e pure senza cane e magari anche camuffati da ecologisti in cerca di funghi o di lumache. Ma tornando all’ordinanza di qualche giorno fa, leggo sbalordito che la Regione è nei guai perché è stata presa alla sprovvista da questa ordinanza del Consiglio di Stato. Leggendo ciò, cosa debbo dire, povera Regione e adesso come farà a togliersi da questi pasticci?, come posso aiutarla? Avrei trovato più logico se si fosse detto, che nei guai ci sono i cacciatori che come sempre sono cornuti e mazziati. Rassegniamoci, la caccia in Italia è finita e quattro stronzi hanno avuto il sopravvento come sempre accade in questo povero paese. Cordiali saluti.

    (Obbligatorio)
    (Obbligatoria, non verrà pubblicata)
    Utenti online
    » Articoli: 2,404 - Pagine: 190 - Commenti: 5,118 - Commentatori: 978 «
    ♠ © 2013 A.N.L.C.   Tema ANLC® (4.0) di Kiele™ ♥