Meteo

Sporting Anlc, Gran Premio 2.0

1 Agosto 2018 (10:58) in Ufficio Stampa | Stampa Stampa

Il “gioco” sportivo continua. Dopo le fantasmagoriche edizioni del Campionato Italiano Anlc di Tiro a Volo, anche il Percorso di Caccia sta salendo alla ribalta e, nonostante il “disturbo” inspiegabile causato da altre gare regionali, questa seconda edizione del Gran Premio ha fatto registrare oltre 110 tiratori che, oltre allo Sporting (75 piattelli in formula Open per tiratori e cacciatori) si sono cimentati nel “Mini Gran Premio con Piccoli Calibri” (25 piattelli) e nel “Trofeo Beccaccia” di Tiro con la carabina a 50 metri sulla sagoma del cinghiale corrente (4 colpi a puntamento libero con armi in cal. 308 o 30/06).
Ma anche gli altri “numeri” di questo Gran Premio Open per categorie e qualifiche sono di tutto rilievo, a cominciare dai 15 arbitri coordinati da Nevio Pulcino: Federico Piselli e Colombo Stemperini per il cinghiale corrente; Marco Cerquaglia Todini e Andrea Duprè per il Mini Sporting; Leonardo Gaggia, Alex Mocanu, Lori Giansanti, Roberto Sberna, Roberto Forti, Bruno Caligiani, Delso Caini, Roberto Luzi, Piero Tavanti, Cipolletti e Billera per il Percorso di caccia.
Di tutto rilievo il montepremi individuale in denaro e 2 fucili di piccolo calibro della Chiappa Firearms; due sponsor d’eccezione come la Nobel Sport e Rizzini; ben 18 podi per la soddisfazione di tanti appassionati che, nonostante un caldo davvero opprimente, si sono inerpicati nelle suggestive piazzole di Piancardato, sempre funzionale e impeccabile.
Per l’organizzazione dell’ormai collaudato pool tiravolistico coordinato da Martino Nardi e composto da Cesare Loretoni, Marco Salierno e Maurizio Caroli l’importante competizione si è svolta in maniera pressoché perfetta ed è stata onorata della presenza del presidente Paolo Sparvoli che dopo un rapido giro per i campi ha premiato tutti i vincitori individuali e a squadre delle tre gare
sottolineando, nel corso del suo intervento di saluto, il valore aggregante oltre che squisitamente sportivo di queste manifestazioni.
«La Libera Caccia – ha detto – non considera le gare e le fiere come spese superflue ma come dei solidi investimenti in un’ottica di consolidamento e crescita della struttura associativa. La nostra associazione, infatti, non si limita alla caccia e alle altre attività come la vigilanza venatoria, la formazione, la sicurezza, il monitoraggio faunistico-ambientale e la protezione antincendi ma è proiettata verso lo sport che unisce e rafforza i legami fra la base dei cacciatori e la dirigenza periferica e centrale».

Roma, 31 luglio 2018

L’ufficio stampa

GALLERIA FOTOGRAFICA

Nessun commento

(Obbligatorio)
(Obbligatoria, non verrà pubblicata)
Utenti online
» Articoli: 2,406 - Pagine: 190 - Commenti: 5,121 - Commentatori: 978 «
♠ © 2013 A.N.L.C.   Tema ANLC® (4.0) di Kiele™ ♥